Ciclo e dieta depurativa: cosa mangiare per avere mestruazioni meno dolorose

 

le mestruazioni troppo dolorose sono sempre un campanello d’allarme. nel caso di dolori mestruali troppo accentuati, è sempre bene fare una visita di controllo dal nostro ginecologo, per verificare che non ci siano infiammazioni in corso o problemi a carico dell’apparato genitale.

In ogni caso, una sana e corretta alimentazione può aiutarci ad alleviare i dolori mestruali. Vediamo quindi cosa mangiare per avere mestruazioni meno dolorose, e vediamo anche cosa non mangiare.

Cosa mangiare per alleviare il dolore mestruale

Durante il ciclo mestruale, possiamo dire che si evidenziano in modo particolare quelli che sono i problemi legati ad una alimentazione scorretta.

Durante le mestruazioni perdiamo sangue e, con esso, molti liquidi.

Sono quindi da preferire i cibi freschi, la frutta e la verdura di stagione, alimenti che aiutino l’integrazione della ferritina, che possono essere sia carne, che legumi che contengano ferro.

Aiuta anche il potassio, specie se durante le mestruazioni avvertiamo unna debolezza muscolare diffusa, che potremmo semplicemente assumere mangiando una banana.

Non esistono però diete uniche e valide per tutte noi: molto dipende dallo stile di vita, che richiede una alimentazione diversa a seconda della attività fisica da noi svolta durante la giornata.

L’importante infatti è anche scegliere cibi che regolarizzino il nostro intestino, che però durante le mestruazioni cambia da donna a donna: per alcune si presenta un poco di stitichezza, per altre invece è il contrario. La scelta del tipo di alimentazione è strettamente collegata al funzionamento del nostro intestino, che nei giorni delle mestruazioni, se addolorato, contribuisce in maniera notevole ad aumentare i dolori mestruali creando rigidità addominale.

Integriamo quindi la nostra alimentazione con alimenti che ci permettano di ricreare le nostre riserve di ferro, e non dimentichiamo di bere una discreta quantità di liquidi, magari sotto forma di tisana rilassante, che oltre ad aiutarci a riposare, può fungere anche da blando antidolorifico.

Scegliamo le verdure a foglia verde, che contengono ferro, come ad esempio gli spinaci, ma non abbondiamo con la verdura cotta perché potrebbe causare problemi di gonfiore.

Il radicchio fresco è un ottimo alimento che ci aiuta sia ad integrare diversi elementi, sia a digerire con maggiore facilità.

Evitiamo sughi elaborati, preferendo l’olio crudo, aggiungiamo yogurt alla nostra colazione, che ci permetterà di rinforzare la flora batterica intestinale.

Cosa non magiare durante le  mestruazioni

Fermo restando il fatto che, in caso di dolori eccessivi, la cosa principale da fare sarà quella di rivolgerci la nostro medico,  possiamo aiutarci evitando i cibi che tendono ad acuire i dolori mestruali.

Fra questi, ci sono moltissimi alimenti e bevande che consumiamo abitualmente, in primo luogo il caffè.

Il caffè aiuta ad acuire il dolore mestruale, e ne aiuta una migliore percezione e sarebbe quindi da evitare.

Evitiamo, soprattutto, di mangiare troppo o troppo spesso, perché un grosso carico di lavoro per il nostro apparato digestivo comporta un acuirsi dei dolori mestruali.

Cibi troppo grassi, cibi fritti, cibi troppo elaborati con olio cotto, sono tutti alimenti da evitare, cos’ come sono da evitare alimenti troppo dolci perché lo zucchero ci fornisce una energia immediata, stimolando il nostro organismo, ma è una energia che viene bruciata immediatamente, lasciando poi un maggiore senso di spossatezza che va ad acuire la stanchezza muscolare che spesso è associata ai dolori mestruali.

Evitiamo i cibi che sappiamo di avere difficoltà a digerire, che a volte variano da donna a donna ed evitiamo i cibi fatti con farina molto raffinata, che sono meno facilmente digeribili.

Da evitare anche i cibi troppo speziati come anche i cibi troppo salati o le conserve sotto sale, che favoriscono la ritenzione idrica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *