Come prepararsi al meglio al ciclo ogni mese

Per molte di noi la sindrome premestruale e le mestruazioni, sono spesso fonte non solo di fastidio, ma anche di forti dolori addominali. Vediamo alcuni semplici accorgimenti per prepararci al meglio al ciclo mestruale.

Prepararsi al ciclo mestruale significa anche organizzarsi

Una delle cose che solitamente ci si dimentica di dire, è che non sempre una buona preparazione al ciclo mestruale significa non soffrire di dolori addominali.

Se non vogliamo, a cadenza fissa, essere costrette ad assumere antidolorifici, che comunque vanno sempre utilizzati solo se necessario, con moderazione, e consultando il nostro medico, dobbiamo fare in modo di organizzarci per alleggerire il carico di lavoro che dobbiamo svolgere durante i giorni del ciclo, specie nei primi giorni.

Una buona regola è senza dubbio quella di segnare accuratamente la data di inizio delle mestruazioni sul calendario. Avremo in questo modo sia la possibilità di prepararci in anticipo, sia la possibilità di verificare che il nostro ciclo sia nella norma e, in caso di ampie variazioni, consultare il nostro medico od eseguire un test di gravidanza a seconda della situazione.

Una delle incombenze che sono spesso inevitabili è quella degli acquisti, alimentari e non alimentari. Facciamo in modo di essere ben fornite sia nel contenuto della dispensa che in prodotti vari per la casa, evitando in questo modo la necessità di una spesa pesante e di lunghe file alla cassa che, specialmente nei primi giorni, possono essere vera e propria fonte di inutile sofferenza aggiunta.

Se abbiamo delle scadenze da rispettare, ad esempio bollette delle utenze, in concomitanza con l’inizio del ciclo mestruale e non abbiamo la domiciliazione delle bollette, cerchiamo di pagare con qualche giorno di anticipo rispetto all’inizio delle mestruazioni, per evitare code in posta.

Cerchiamo insomma di alleggerire il peso fisico delle cose da fare durante i giorni di ciclo mestruale, e se riusciamo, organizziamoci in modo da poter avere qualche ora libera per poter tranquillamente riposare sino a che il primo dolore non si sia affievolito.

Quello che vale per le incombenze di casa, vale anche per quelle lavorative: se siamo in grado di organizzare con un poco di anticipo le nostre scadenze lavorative, cerchiamo di sbrigare un poco più di lavoro nei giorni prima del ciclo, per poter rispettare un ritmo meno pesante durante le mestruazioni.

Prepararsi al ciclo mestruale con l’alimentazione ed il movimento

Durante le mestruazioni, l’endometrio, ossia la parte che ricopre le pareti interne dell’utero e in cui si trova l’ovulo, decade e si stacca, fuoriuscendo dalla cervice.

Durante le mestruazioni quindi perdiamo sangue, liquidi, sali minerali. Una alimentazione sana, ricca di frutta e verdura, ci aiuta a supportare il nostro organismo che guarirà più facilmente da quello che è, a tutti gli effetti, un periodico trauma interno.

Scegliamo cibi leggeri, facilmente digeribili, che evitino di sovraccaricare il nostro organismo. Evitiamo quindi cibi fritti o cibi molto grassi e diamo la preferenza a frutta e verdura.

Frutta e verdura, inoltre, aiutano il corretto funzionamento dell’intestino che, proprio nei giorni del ciclo mestruale, può diventare spesso irritabile.

Sia la stipsi che una lieve dissenteria, infatti, sono molto comuni nei giorni del ciclo mestruale e questo perché le pareti addominali sono già infiammate per via delle mestruazioni.

Un disagio intestinale, non fa altro che aggiungere fastidio, infiammazione, dolore, alla nostra zona addominale che, a meno di non essere uno dei rari casi particolarmente fortunati, già è sufficientemente addolorato.

Per quanto riguarda il movimento, sono da preferire attività fisiche che non vadano ad influire troppo sull’addome. Una passeggiata con calma ed in perfetto relax può essere utilissima per stimolare la fuoriuscita del sangue che, ricordiamo, prima delle mestruazioni è già presente all’interno dell’utero poiché l’endometrio si è già distaccato.

Se nei giorni prima del ciclo proviamo molto dolore, evitiamo assolutamente di utilizzare borse di acqua calda sulla pancia per far partire le mestruazioni e parliamo di questo problema con il nostro medico. Impacchi caldi possono essere molto dannosi e possono, in alcuni casi, provocare gravi problemi di emorragia.

Può essere utile, invece, una mutanda elastica che tenga leggermente premuto l’addome e che, quando camminiamo o ci muoviamo, proprio per la leggera pressione svolge anche una azione blandamente massaggiante che tende a rilassare e decongestionare localmente, senza alcuna controindicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *