Le migliori app per smartphone per tenere traccia del proprio ciclo mestruale

Per tenere traccia del proprio ciclo mestruale non c’è solo l’agendina od il calendario: oggi possiamo scegliere anche di utilizzare il nostro cellulare. Vediamo quali sono le migliori app per smartphone per tenere traccia del proprio ciclo mestruale.

CLUE

Disponibile sia per Android che per iPhone, questa app è utilissima anche per le più giovani perché nelle diverse schermate compare la bibliografia relativa alle diverse informazioni, che può tornare molto utile specie a chi non ha ancora una conoscenza approfondita del proprio corpo.

Dalla schermata principale si vedono i giorni dell’ultima mestruazione, i giorni fertili, i giorni della sindrome premestruale.

Utilissime le tante informazioni fornite sui diversi argomenti, che possono aiutare anche le pià adulte a scoprire qualche piccola accortezza per diminuire i dolori mestruali.

È possibile personalizzare ogni giorno del ciclo, aggiungendo commenti e disturbi, impostare test di prevenzione, inserire un promemoria per i contraccettivi.

I dati salvati li possiamo poi scaricare su GoogleDrive o su Dropbox.

Ovia Fertility

Come dice il nome stesso della applicazione, con Ovia Fertility è un programma dedicato principalmente a chi desidera seguire il suo ciclo mestruale alla scoperta dei giorni più fertili, finalizzati ad una gravidanza.

È una app americana gratuita, che successivamente si può connettere alla app Olivia Pregnancy per monitorare  passo passo la tua gravidanza.

Inizialmente, oltre ai dati legati alla durata del ciclo mestruale ed altre annotazioni legate ad eventuali disturbi, vengono chieste anche alcune informazioni che si possono saltare perché non inerenti al nostro ciclo mestruale. si apre un account, e tutti i nostri dati verranno automaticamente salvati e li potremo recuperare in ogni momento.

Importante infatti di questa app è una ampia sezione Storico, che permette nel tempo di monitore il nostro ciclo.

Gli articoli di approfondimento disponibili sono moltissimi ed ovviamente si può memorizzare davvero di tutto, inclusi i rapporti sessuali, cosa da non dimenticarsi se lo scopo è quello di avere un bambino e monitorare poi anche le diverse fasi della gravidanza.

Period Tracker Deluxe

Disponibile anche in versione Lite, Period Tracker permette una vastissima gamma di annotazioni tramite una collezione di emoticons davvero notevole.

Si può memorizzare di tutto, molto velocemente: basta un semplice click per annotare gonfiore, dolore addominale, ed altri sintomi legati sia alla Sindrome Premestruale, sia al ciclo mestruale vero e proprio.

La trovo davvero utilissima, specie se stiamo cercando di controllare i nostri sintomi, sia avendo unna gestione migliore dei giorni più problematici, sia verificando che eventuali cure, mediche o naturali che siano, svolgano un effetto davvero benefico.

Non basta un solo ciclo per capirlo, ma certamente inserendo i sintomi e creandoci una nostra scala di gravitò dei sintomi stessi, saremo in grado di capire molto velocemente quale rimedio  funziona per noi e quale rimedio invece non funziona affatto e funziona al di sotto delle nostre aspettative.

I giorni fertili sono segnalati e la versione Lite è del tutto funzionante senza alcuna limitazione.

La versione Deluxe ha, alla resa dei conti, solo la possibilità di modificare l’interfaccia selezionandola fra un gruppo maggiore di opzioni, ma non viene aggiunta nessuna funzionalità pratica, quindi le troviamo tutte anche nella versione Lite.

Il mio calendario mestruale

Questa è una delle app più utilizzate, ed anche se personalmente trovo davvero sgradevoli banner pubblicitari, di fatto questi non vanno ad influire sulla funzionalità della app.

Si possono inserire i nostri personali sintomi, possiamo tenere traccia del peso, dell’umore e di molte altre cose.

Chiaramente sono indicati i giorni fertili a cui possiamo essere interessate nel caso desiderassimo avere un bambino.

 

Le app per mestruazioni sono tante, possiamo scegliere quella che più ci piace e quella che risponde alle nostre esigenze, ad esempio se ci serve solo tenere traccia del giorno di inizio delle mestruazioni o se vogliamo tenere traccia anche dei diversi sintomi collegati.

Per tutte le app, a meno che non inseriamo manualmente i dati legati a molte mestruazioni, la previsione si basa più sulla indicazione che abbiamo dato noi del ciclo che su un conteggio interno, quindi cerchiamo di inserire il numero di giorni della durata del nostro ciclo, per avere una previsione  affidabile della data di inizio delle mestruazioni successive.

Ovviamente questa previsione potrebbe essere non del tutto esatta in caso di cicli molto irregolari., in questo caso, se vediamo che c’è una forte discrepanza fra la data prevista e l’effettivo inizio delle mestruazioni, sarà bene consultare il nostro ginecologo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *